Un luogo di pace e serenità immerso nel caos urbano: la tua nuova casa ZEN.

La cultura orientale ti affascina e ti trasmette un senso di quiete più di ogni altra cosa? Allora lo stile ZEN è quello che fa per te. La parola “zen” deriva dal giapponese e significa “meditazione” e, volendo tradurla in interior design, possiamo definirlo uno stile che rappresenta armonia ed equilibrio.

I colori

I colori scelti devono richiamare la terra e la natura e non devono mai essere troppo freddi o accesi, quindi OK a: sabbia, écru, avorio, verde muschio chiaro, nocciola.

I materiali

Il legno è ovviamente il materiale che più incarna e rappresenta questo stile. Pavimenti e mobili quindi devo essere composti da materiali naturali cosi come anche per i tessuti dove si darà preferenza al cotone, al lino, alla canapa ed alla lana. Anche qualche dettaglio con la pietra contribuirebbe a definire lo stile zen.

I mobili

L’arredamento zen è equilibrato ed armonioso, la scelta dei mobili è essenziale con linee pulite,  ornamenti e decorazioni sono quasi inesistenti; pochi soprammobili, poche foto, si a candele e qualche buon libro, ma senza esagerare.

I dettagli

L’ordine e la pulizia sono i primi dettagli che si notano entrando in una casa zen, tutto ha un posto ben preciso con criterio e coerenza. È solito l’uso di tappeti per rendere più accoglienti gli ambienti, specialmente sotto il letto o nella zona living. I profumi per ambienti sono molto in voga, in particolare quelli naturali come le candele di cera di soia.

Candele naturali reperibili in zona: Heartandhome

Il giardino Zen

Per chi ha degli spazi esterni che lo consentano, non può proprio mancare un giardino Zen. Questo giardino ha dei criteri ben precisi che vanno osservati per comporlo in piena regola; prima di tutto, oltre alla zona “verde” fatta di piante come conifere, bambù e bonsai, o piante grasse, va allestita anche una zona “secca”, cioè di sabbia o rocce. Per chi vuole vivere la magia di questo tipo di giardino, bisogna renderlo operativo in tutte le stagioni piantando azalee o ciliegi che indicano l’inizio della primavera, le camelie che indicano l’inizio dell’estate, gli aceri che indicano l’inizio dell’autunno. Come ornamenti possiamo impiegare delle lanterne di pietra a forma di pagoda, delle statue di Buddha, candele e pietre, ma l’elemento che proprio non può mancare è l’acqua, che si può sostituire, se impossibilitati a creare proprio una zona umida, con una fontana o un altro corso d’acqua.

Se non abbiamo uno spazio esterno che ci permette di allestire un vero e proprio giardino Zen, possiamo acquistarne uno di dimensioni ridotte ma tale e quale alla versione a misura reale.

Mini Giardino Zen

Giardino Zen Tronco

Giardino Zen Buddha Legno

Giardino Zen Buddha pietra

Il nostro progetto di casa Zen:

Pics by Pinterest e Web

Post your Comments

logged inYou must be to post a comment.